L'informazione è il diffondere, il far conoscere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è solo propaganda. L'informazione è un diritto. L'informazione come possibilità di scelta.
Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.

Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.

È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.

"Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti " (Charlie Chaplin).




Bertolt Brecht : “Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente”

Non mi piace pensare che esiste l’ingiustizia della legge, non mi piace perché è dura da digerire, mi rendo conto che spesso e volentieri si perde traccia degli eventiperché non sono più sensazionali e solo grazie alla diretta conoscenza delle persone coinvolte verrai a sapere che quella storia non è finita così. Ma…………..
“ Non c’è niente di più profondo di ciò che appare in superficie “

Pino Ciampolillo




giovedì 4 febbraio 2010

Onestà, Rispetto, Impegno e Politica

*TAR Ciampolillo/Comune Isola axxolto ricorso 170/2010








Onestà, Rispetto, Impegno e Politica




Caro Signor “Sindaco” Professore Gaspare Portobello, Buongiorno, da parte mia ben ritrovato, con la speranza di una reciproca condivisione.



Signor “Sindaco” prima di iniziare la nostra “passeggiata” tra i fatti e misfatti della vita politica-amministrativa del nostro paese, mi permetta di smentire le voci, che in maniera interessata, vogliono leggere nei tanti interventi sull’attuale dibattito politico: una offesa alla Sua persona invece che una critica (anche se apra) ai comportamenti che Lei e il Suo Gruppo mettete in atto.



Qui, non mi interessano certamente le menzogne e la disinformazione che rappresentano ottimamente la Sua/Vostra ben rodata prassi ricattatoria, di una mentalità abituata a cambiare e deformare fatti notizie ed avvenimenti, allo scopo di “raccattare” solidarietà e consensi alla vostra “politica”, da parte dei Cittadini di Isola delle Femmine.



Non cada dalle nuvole Signor “Sindaco”! Nella scorsa legislatura quante “promesse e offerte” sono state fatte direttamente o indirettamente al gruppo consiliare di “Insieme Isola”? Quante volte ha pubblicamente affermato: “…se non amministro è colpa di……….”. “ Io volevo ma loro…..”.



Si! Signor “Sindaco” Lei mi risponderà così fan tutte, pur di tenersi una fascia tricolore.



No! Signor “Sindaco”. Lei, responsabilmente, deve dire così faccio IO!



Non mi sembra del tutto corretto da parte Sua, giudicare ciò che fanno gli altri.



Mi verrebbe da chiederLe se le è chiara e il perché di tale risposta da parte mia..



Vi è in me come di tanti Cittadini onesti e sani di questo paese il convincimento che:



“Non c’è ricchezza al mondo che possa comprare l’onestà”



Le consiglio Signor “Sindaco” di prestare un attimo di più attenzione a come i cittadini di Isola interpretano le Sue/Vostre dicerie e manovre. Si dice che la pazienza o meglio il limite di sopportazione, dei cittadini non sempre è determinato dal tempo: ma dalla qualità della vita, dal soddisfacimento dei bisogni primari, dal grado di coinvolgimento e della partecipazione popolare, dalle opportunità di crescita che si creano.



Mi permetta di dire a Lei Signor “Sindaco” Professore Gaspare Portobello, e al Suo Gruppo politico che la sostiene, di aver intrapreso una strada completamente sbagliata fatta di affari Vostri e del Tira a campà per i Cittadini



Le sarà certamente chiaro Signor “Sindaco” Gaspare Portobello ciò che i Cittadini leggono in questi Vostri comportamenti e nelle considerazioni che Voi avete di loro: “Siamo considerati dei cogli…”, a voler essere più buoni i Cittadini leggono nei Vostri comportamenti:



siamo pescatori e non possiamo capire …”.



Signor “Sindaco” Professore Gaspare Portobello, spero stia prendendo coscienza che Isola delle Femmine sta vivendo una delle stagioni più drammatiche dal punto di vista della legalità, dei rapporti sociali, della trasparenza, della mancanza di confronto delle diverse posizioni politiche. Nessun segnale positivo arriva dall’economia del nostro paese, la tendenza ad un’ulteriore peggioramento è scritto nel Vostro immobilismo, nella Vostra incapacità ad interpretare i cambiamenti con la conseguenza di un’incapacità progettuale. (vedi Italcementi, vedi Sicar, vedi tutta una serie di piccole realtà industriali che hanno abbandonato il nostro territorio, vedi la facilità con cui si aprono delle attività commerciali che è quantomeno pari al loro numero di chiusure…….). Mi chiedo Signor Professore Gaspare Portobello se Lei nella sua qualità di “Sindaco” o “Assessore” ha mai prodotto un documento di analisi economica che fotografasse la realtà economica di Isola delle Femmine e le sue prospettive? Conosco la risposta! Lei era impegnato nelle cariche che ricopriva. E’ vero Lei non ha mai fatto un giorno da Consigliere Comunale che vuol dire il semplice gettone di presenza.



Signor “Sindaco” a Isola delle Femmine manca la libertà di stampa, la libertà di esprimere le proprie opinioni e quando non si riesce con le minacce e le intimidazioni si ricorre al giudice: DIFFIDATE IL NOTIZIARIO a riportare l’informazione!



E’ di questi giorni la notizia dell’invio di parecchie raccomandate di intimidazioni nei confronti di cittadini che hanno la semplice colpa di esprimere liberamente il proprio pensiero, schierandosi senza tentennamenti e reticenze dalla parte della legalità, contro il malaffare e la corruzione.



Ricordo solo qualche mese addietro l’invito a partecipare alla manifestazione nazionale per la libertà di stampa da parte di quelle stesse persone, movimenti sindacati (ad personam) che oggi attraverso minacce denigrazioni denunce querele diffide chiedono alla giustizia di mettere la museruola al dissenso. Chista è a zita! Statti mutu



Signor “Sindaco” Professore Gaspare Portobello! Si rende conto che ormai la situazione politica-amministrativa nel nostro paese è degenerata che sta creando un clima di divisione sfiducia e rabbia nei Cittadini le cui conseguenze potrebbero essere imprevedibili.



Un appello lancio a Lei Signor “Sindaco” Professore Gaspare Portobello abbandoni questi Suoi atteggiamenti da “podestà” del ventennio infausto, Lei Signor “Sindaco” si renda interprete della richiesta che Le arriva da parte della maggioranza di Suoi Concittadini: Confronto, Partecipazione, Pari opportunità, Sviluppo economico, Trasparenza, Legalità e una grande e coraggiosa azione di “bonifica”, di tutti i “virus” che stanno infettando la macchina amministrativa.



Signor “Sindaco” Professore Gaspare Portobello, nel confermare il mio/nostro impegno e partecipazione, le auguro Buon Lavoro e appuntamento alla prossima passeggiata sulla strada della Legalità, dell’Amicizia e dell’Amore per il prossimo.





Con Stima e simpatia anche se non ricambiata il nano malefico





per gli AMICI Pino Ciampolillo




Torino febbraio 2010


http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com

















Promemoria libertario per il Signor "Sindaco" Professore Gaspare Portobello è giunto per Lui il momento di prendere atto che:


Chi fa politica può essere liberamente criticato in caso di abitudine alla trasgressione. Lo stabilisce la Corte di Cassazione che ritiene lecito denunciare taluni 'eccessi' di chi detiene il potere. In sostanza, secondo gli Ermellini, c'è libertà di critica e di esprimere il proprio pensiero per smascherare le trasgressioni dei politici. "La critica - spiega la Corte (sentenza 41767/2009) - non perde il suo carattere di esercizio del diritto di manifestare liberamente il pensiero nei confronti del potere politico, se diretta contro trasgressioni, contingenti o abitudinarie, da parte di detentori di tale potere, qualunque sia il campo della trasgressione''. Con questa motivazione la quinta sezione penale della Corte ha annullato, ''perche' il fatto non costituisce reato'', una condanna per diffamazione inflitta a un consigliere comunale che in precedenza i giudici di merito avevano condannato perchè aveva distribuito un volantino in cui accusava un assessore e un vicesindaco di fatti penalmente rilevanti. Nel volantino si affermava in particolare che l'assessore al bilancio avrebbe favorito la cognata, affidandole l'incarico di responsabile del servizio finanziario . Denunciando poi ''l'assalto alla diligenza continua'', il consigliere comunale aveva di fatto accusato di abuso d'ufficio il vicesindaco. Dopo la duplice condanna in primo e secondo grado la Suprema Corte ha ora ribaltato il verdetto sancendo il diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero e sottolineando che se la politica "valica limiti fissati dalle regole, la critica non puo' non riferire e stigmatizzare il singolo fenomeno di anomalia, piccola o grande che sia la sua dimensione''.


Promemoria per il geologo Signor "Assessore" Marcello dr. Cutino e tutti quei Signori Clan Famigghie (interessati) a fare gli struzzi. IO come tanti Cittadini onesti, che abbiamo il massimo rispetto delle nostre persone, una dignità da difendere, abbiamo fatto una scelta:

Non metteremo mai la testa sotto la sabbia!


Ai fini della valutazione della legittimità del provvedimento prefettizio di scioglimento del Consiglio comunale per infiltrazioni mafiose, è irrilevante il fatto che gli elementi acquisiti dimostrino la sussistenza soltanto di un collegamento tra associazioni mafiose e organi di gestione, quando risulti comunque che gli organi elettivi siano gravemente venuti meno ai propri doveri di vigilanza e controllo sull’apparato gestionale – amministrativo dell’ente locale (T.A.R. Campania Napoli, sez. I, ibidem).

inoltre:


Art. 416-ter, codice penale – Scambio elettorale politico – mafioso
La pena stabilita dal primo comma dell’articolo 416-bis si applica anche a chi ottiene la promessa di voti prevista dal terzo comma del medesimo articolo 416-bis in cambio della erogazione di denaro.

Comunque buona regola consiglierebbe:


C’è un sistema infallibile per non essere accusati di mafia: non incontrare mafiosi, non andare a cena con loro né ai loro matrimoni e soprattutto non stipulare con loro “patti elettorali ferrei”. E’ dura, ma ce la si può fare.
(ogni riferimento NON è puramente casuale)


ULTIMISSIME

* Portobello/Cutino/Dionisi/Impartato/PALazzotto/Aiello…. Le affinità elettive

*ABUSIVISMO EDILIZIO ordinanze: "Assessore" Aiello Paolo, Candidato Rappa Rosario, Puccio Giuseppe............
*Interrogazione Persecuzione Politica contro Consigliere Orazio Billeci
*Interrogazione Episodi tensione in Comune Razzanelli
*Denuncia Omissione Atto Ufficio Segretario Comunale di Rinascita Isolana
























*Palermo sequestrati alla mafia beni per oltre 2 milioni di euro
*
L’eredità di Ciancimino (di Michele Costa, figlio del procuratore Gaetano)
*
Massimo Ciancimino risponde all’avvocato Michele Costa
*
Massimo Ciancimino a BlogSicilia: "Non si può scegliere dove nascere ma come vivere sì":
*
Processo Mori, Massimo Ciancimino deporrà a gennaio
*
Palermo, carabinieri sequestrano beni per 15 milioni di euro
*
Ordinanza 67/R.O. 4.12.05 di Sospensione dei lavori
*
Che furbetto quel Brunetta
*
La cassazione dà una mano alla libertà di stampa
*Iran
L'Onda verde che non si arresta
*
Il 4 Novembre della Malasanità
*
STEFANO E LA FINE DELLA PIETÀ
*
“Il detenuto non si massacra davanti a tutti” (Audio dal carcere) ASCOLTA L'AUDIO
*
Epidemia misteriosa in Ucraina già 30 morti e in Italia? Tutto tace
*
COMMISSIONE edilizia potere politico e potere amministrativo
*
Turismo: pronte le direttive per alberghi e nautica da diporto
*
Il Tar del Lazio sconfessa la Prestigiacomo"Quelle nuove nomine sono illegittime"
*
Morta Alda Merini
*
Centri Commerciali Naturali decreto Proroga al 30.11.09
*
Centri Commerciali Naturali rinvio a novembre
*
Rifiuti Smaltimento "processo pirolisi"
*
D'Alema ringrazia Palazzo Chigi per il sostegno in Europa
*
L'Omicidio Di Napoli e L'indifferenza di.............
*
«Il video con Marrazzo dura 13 minuti Ci sono volti e voci che non vanno visti»
*
Mills, il paese di Alice senza meraviglia
*
Mills: in appello condanna confermata
*
Mills,corte d'Appello conferma condanna, "corrotto da Berlusconi"
*
Lodo Mondadori/ Fininvest: sospesa esecutività sentenza
*
DECRETO Assessoriale Isola delle Femmine Euro 7.945,42

*PESCA bando di gara decreto assessoriale

*Wind Shear: come è andata a finire? Report

*
Amantea, migliaia in piazza"Via i veleni dalla Calabria"
*
Calabria al veleno - Un’area radioattiva
*
AMANTEA grande manifestazione per la vita (le foto)
*
Sesso e politica, cinque domande sul caso Marrazzo. Un enigma da sciogliere, il ricatto senza mercede
*
"Sono mie debolezze private". Marrazzo cede e si autosospende. Pd soddisfatto
*Metti che… voglio fare l’estortore, occhio alla professionalità

*
Palermo come Kabul: è ufficiale. Alle comunali qualcuno ha imbrogliato …
*Wind Shear Ricorso al TAR del Comune di Isola delle Femmine

*Alghe Gestione Rifiuti Bilancio

* Bilancio Scioglimento Catenanuova

*
Brogli alle Comunali, quattro condanne
*
PALERMO, DURE CONDANNE: 4 ANNI E MEZZO PER I BROGLI ALLE AMMINISTRATIVE DEL 2007
*CASSAZIONE PENALE, SENTENZA N.28553/2009. Il mobbing del Direttore Generale giustifica anche le misure cauatelari.

*Relazione Commissione Parlamentare Antimafia 1985





*Interrogazione Petcoke 2007
*
Petcoke e inceneritori


*Ispezione Antimafia al Comune di Carini
*
Operazione EOS
*
Pino Ciampolillo su Inchiesta su Sanità e Malattie oncologiche a Trapani : “Sindaco” Portobello La bugia è una ......
*
Quotidiano di Sicilia


*Casa Giovani Costi Mutui e Risparmio Energetico
*
Isola delle Femmine l’isola dei ricchi e dei poveri?
*
Relazione Commissione Parlamentare Antimafia 1985

Nessun commento:

Posta un commento